Le password piu’ usate sono le piu’ facili di hackerare

Un fattore che unisce i diversi utenti di internet e’ la scelta delle password. Non solo commettiamo l’errore di utilizzare la stessa in differenti servizi (social, email, ecommerce), ma non ci sforziamo neppure per renderla complessa, rischiando cosi’ di essere vittima di facili furti da parte di hacker.

È quanto emerge dall’annuale classifica delle password più usate, stilata da SplashData: la graduatoria finale è il risultato di un esame su un campione di 5 milioni di password, che sono già state oggetto di violazioni.

Secondo SplashData, il 3% ha scelto la password peggiore, la sequenza numerica: 123456. Questo numero, sicuramente facile da ricordare, è al primo posto di questa speciale classifica, bissando così il «successo» del 2018.

In seconda posizione, c’è un’altra sequenza numerica che riprende la precedente, allungandola. Ecco quindi 123456789 che, rispetto al 2019, guadagna una posizione.

Al terzo posto, a chiudere il podio, c’è la comoda sequenza letterale: qwerty, ossia le prima sei lettere della tastiera, nella parte superiore, da sinistra verso destra. Anche in questo caso è una sequenza facile da ricordare, ma altrettanto semplice da scoprire. Nonostante ciò, qwerty ha guadagnato 6 posizioni rispetto al 2019.

In quarta posizione, troviamo l’immancabile «password». Perde due posizioni, uscendo dal podio, rispetto alla classifica dell’anno precedente, ma resta purtroppo una delle più utilizzate. A tal proposito, il consiglio è ovviamente di scegliere password più complicate e possibilmente alfanumeriche.

Al quinto posto, in salita, di nuovo una sequenza numerica: 1234567, che nel 2019 si trovava al settimo posto. A chi proprio non si ricorda una password alfanumerica, il consiglio è di affidarsi ai gestori di password.

Password piu' usate facili da hackerare

Password piu’ usate facili da hackerare

Facebooktwitterredditpinterestlinkedin

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

MUSICA IN ONDA: Licenza Jamendo Licensing. L'ascolto della web radio RBP Demo/Test è riservato ai privati. E' vietata la riproduzione in locali pubblici senza mia preventiva autorizzazione scritta.

LINKS ESTERNI: I collegamenti esterni sono presenti in questo sito in quanto di possibile utilità per gli utenti. Ciò non implica, tuttavia, da parte di questo sito una verifica della completezza e correttezza delle informazioni in essi contenute.

EMBEDDING / FRAMING: per quanto riguarda l’embedding / framing di contenuti audio/video in questo sito, ci si attiene a quanto stabilito dalla Corte di Giustizia UE. Il solo fatto che un’opera protetta, liberamente disponibile su un sito Internet, venga inserita in un altro sito Internet mediante un collegamento utilizzando la tecnica dell’”inclusione” (framing) non può essere qualificata come “comunicazione al pubblico” ai sensi dell’art. 3, par. 1, Direttiva 2001/29/CE dal momento che l’opera non è trasmessa ad un pubblico nuovo né comunicata secondo una modalità tecnica specifica diversa da quella della comunicazione originale (Ordinanza 21/10/2014, n. C-348/13 della Corte di Giustizia Europea – vedi anche Sentenza 13/02/2014, n. C-466/12 della Stessa).