Pubblicati i dati di ascolto di Milano Lounge Radio

Link all’articolo originale:
https://www.milanolounge.it/it/dati-di-ascolto-gennaio-giugno-2019-crescono-gli-ascolti-di-milano-lounge-radio/

 

COMUNICATO STAMPA
DATI DI ASCOLTO 1° SEMESTRE 2019: CRESCONO GLI ASCOLTI DI MILANO LOUNGE RADIO

Sono stati pubblicati i dati di ascolto del 1° semestre 2019 (Gennaio-Giugno 2019) di Milano Lounge Radio, la radio digitale in streaming 24/7 da Milano, con format Chillout, Lounge, Electro Beats creato da Roberto Bocchetti, DJ & Producer dell’emittente.

I dati rivelano una grande crescita per la stazione, che si propone col claim “suoni sofisticati dal cuore di Milano“, ma che non è fatta da freddi algoritmi di computer, bensì dal calore e dal cuore di un essere umano, per creare un viaggio musicale unico, composto dalle sonorità della musica lounge, nu-jazz, chill-out, nu-soul, house, world music, ambient e il pop più raffinato, con tracce accuratamente selezionate una per una.

Nei primi sei mesi del 2019 Milano Lounge Radio ha raggiunto 224mila ascoltatori unici, per un totale di 708mila ore di ascolto con un tempo medio per sessione di 38 minuti, superando in un semestre i dati dell’intero anno 2018.

E’ una radio digitale ad alta definizione (HD) che si rivolge ad un pubblico che assapora i piaceri della vita attraverso tutti e cinque i sensi: ama i viaggi, i ristoranti raffinati, i profumi, la moda, l’arte, le nuove tendenze, le innovazioni tecnologiche e frequenta le località più esclusive.

Gli ascoltatori di Milano Lounge Radio provengono da 186 Paesi in tutto il mondo, affascinati dal nome della radio e coinvolti dalla musica in onda. I dieci Paesi con il maggior numero di ascoltatori sono (nell’ordine): Italia, Germania, Svizzera, Stati Uniti, Francia, Canada, Olanda, Belgio, Federazione Russa e Regno Unito.

Molto soddisfatto Roberto Bocchetti, DJ & Producer dell’emittente, che dichiara “Milano Lounge Radio si posizione al primo posto tra le radio indipendenti più ascoltate in Italia nel format Chillout Lounge. Questa radio piace, ne sono sicuro, anche perchè ogni giorno ricevo mail da parte degli ascoltatori che si complimentano per la selezione musicale.

Adesso, occorre trovare uno o più sponsor che credano nel valore di questo progetto e possano aiutarmi a farlo crescere ulteriormente. Sarebbe interessante, per esempio, portare il sound di Milano Lounge Radio nei locali milanesi, con una serie di dj set live, oppure fare delle operazioni di co-branding”.

Milano Lounge Radio è disponibile dal sito www.milanolounge.it e dalle principali app, tra cui Tunein e Radio.it.

Milano, 1 Luglio 2019

224mila ascoltatori unici per Milano Lounge Radio nel 1° semestre 2019

224mila ascoltatori unici per Milano Lounge Radio nel 1° semestre 2019

 

Vi potrebbe interessare anche questo articolo:
5 tendenze per far crescere la vostra web radio nel 2019

Facebooktwitterredditpinterestlinkedin

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

MUSICA IN ONDA: Licenza Jamendo Licensing. L'ascolto della web radio RBP Demo/Test è riservato ai privati. E' vietata la riproduzione in locali pubblici senza mia preventiva autorizzazione scritta.

LINKS ESTERNI: I collegamenti esterni sono presenti in questo sito in quanto di possibile utilità per gli utenti. Ciò non implica, tuttavia, da parte di questo sito una verifica della completezza e correttezza delle informazioni in essi contenute.

EMBEDDING / FRAMING: per quanto riguarda l’embedding / framing di contenuti audio/video in questo sito, ci si attiene a quanto stabilito dalla Corte di Giustizia UE. Il solo fatto che un’opera protetta, liberamente disponibile su un sito Internet, venga inserita in un altro sito Internet mediante un collegamento utilizzando la tecnica dell’”inclusione” (framing) non può essere qualificata come “comunicazione al pubblico” ai sensi dell’art. 3, par. 1, Direttiva 2001/29/CE dal momento che l’opera non è trasmessa ad un pubblico nuovo né comunicata secondo una modalità tecnica specifica diversa da quella della comunicazione originale (Ordinanza 21/10/2014, n. C-348/13 della Corte di Giustizia Europea – vedi anche Sentenza 13/02/2014, n. C-466/12 della Stessa).